Associazione Culturale Udine Sipario
Un malât imagjinari (ed. 2016)
Viene riproposto in una nuova veste lo spettacolo liberamente tratto da "Il malato immaginario" di Moliére. Scritto nel 1673, il testo di Molière è uno dei classici della storia teatrale, da molti ritenuto il suo capolavoro assoluto. Narra le disavventure di Argante, padre di una bella figlia, marito di una donna opportunista e fedifraga e vittima di uno sciame di dottori-avvoltoi, salassatori e ciarlatani. L'uomo, credendo ormai di aver ben poco tempo da vivere, vuole che la figlia Angelica sposi Tommaso Diafoirus, medico e figlio del dottor Diafoirus, anch’egli noto medico, così da poter avere in casa, a disposizione, due medici. Ma Angelica, a sua volta, si è innamorata di un altro giovane. Su questi base scattano i meccanismi classici della commedia: una moglie avida, una figlia il cui amore è contrastato, un gruppo di avidi dottori che si nascondono dietro grandi paroloni, un fratello savio e una cameriera fedele e astuta come vuole la tradizione.
A son dutis fantasiis
SCHEDA TECNICA
Titolo: Un malât imagjinari (ed. 2016)
Autore: liberamente tratto da "Il malato immaginario" di Molière
Atti: 3
Lingua: friulano
Durata: 120 min.
Anno: 2016
Genere: commedia
Attori: 13