Associazione Culturale Udine Sipario
Sostieni l'Associazione
dona il tuo 2x1000
Con una semplice firma nella tua dichiarazione dei redditi puoi donare il tuo 2 per mille alla nostra associazione e sostenere il nostro servizio e i nostri progetti. Siamo consapevoli che sono tempi particolarmente difficili per tutti, sia in ambito sociale, che economico e culturale, ma a te non costa quasi nulla e per noi è un grandissimo aiuto per ridurre i costi di gestione della struttura.….grazie!!! Codice Fiscale dell'Acus: 94055590304
L'Om, la Bestie e la Virtût
Maniago, Scuderie di Palazzo d'Attimis - Mercoledì 21 luglio 2021 - ore 20.45
Compagnia Teatrale il Tomât
L'Om, la Bestie e la Virtût da "L'uomo, la bestia e la virtù" di Luigi Pirandello
La commedia, tratta dalla novella “Richiamo all’obbligo” del 1906, risale al 1919. Definita da Pirandello «apologo in tre atti», fu rappresentata per la prima volta al Teatro Olimpia di Milano il 2 maggio 1919 dalla Compagnia di Antonio Gandusio e fu accolta sfavorevolmente dal pubblico e dalla critica per il suo contenuto un pò troppo scollacciato per quegli anni. Proprio questo impasto di ipocrisia e di sesso riesce a essere esilarante e allo stesso tempo risulta di una graffiante forza polemica e ha fatto di questa commedia una tra le più rappresentate e meglio accolte dal pubblico ancora oggi a cent’anni di distanza. L’uomo, il signor Paolino, professore rispettabile, colpevole, a suo dire, solo di “aver colto un frutto da un albero abbandonato”; la virtù, la signora Perella, sua amante, in apparenza tutta modestia, virtù e pudicizia, anche se… incinta del professor Paolino; la bestia, il marito, capitano di marina che ha un’altra famiglia a Napoli e, usando ogni pretesto, evita di avere rapporti fisici con la moglie. Senza l’incidente dell’inattesa maternità tutto sarebbe filato liscio e i due amanti avrebbero potuto continuare per anni e anni a recitare la parte di persone integerrime. È questa la società che Pirandello vuol rappresentare: una società che in apparenza accetta le norme comuni e le convenzioni e in segreto le trasgredisce.
SCATTERÀ DAL 6 AGOSTO L’OBBLIGO DI GREEN PASS PER ASSISTERE AGLI SPETTACOLI DEL GIOVANNI DA UDINE
In riferimento al decreto approvato il 22 luglio 2021, scatterà anche per gli spettatori del Giovanni da Udine (over 12) l’obbligo di esibire la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass) per assistere ai prossimi spettacoli in programma.
Per assistere allo spettacolo Broadway Celebration in programma il 10 agosto 2021 alle 21.00 sarà dunque obbligatoria la Certificazione verde Covid 19 che dovrà essere presentata unitamente al biglietto dello spettacolo e ad un documento di identità all'ingresso del Teatro. Chi avesse acquistato i biglietti per lo spettacolo Broadway Celebration e non fosse in grado di esibire il Green Pass, potrà richiederne il rimborso a partire dal 6 agosto 2021 ed entro e non oltre il 10 agosto 2021. Anche per l’ingresso ai due concerti programmati nel mese di settembre sarà richiesto il Green Pass. Chi non lo avesse potrà chiedere il rimborso dei biglietti sempre a partire dal 6 agosto ed entro il 12 settembre per la Mariinsky Orchestra, mentre per la Mahler Chamber Orchestra entro il 22 settembre 2021. Ricordiamo che il Green Pass è una Certificazione in formato digitale e stampabile, emessa dalla piattaforma nazionale del Ministero della Salute, che contiene un QR Code per verificarne autenticità e validità.
FRIULAN BEAUTY
L'Associazione Teatrale Friulana, per tenere attive e vicine le compagnie locali in questo particolare momento, ci ha chiesto una libera interpretazione del "Monologo della busta" tratto dal film American beauty....questa la nostra realizzazione.
Se volete vedere le proposte delle altre compagnie collegatevi al sito Facebook dell'Associazione Teatrale Friulana.